Brigitte_Hool_(Photo_de_Mathieu_Pont)1_m
COUVERTURE_PUCCINI_L'AIMAIT_modifié.jpg

Autrice

 

d'uno primo romanzo, edito nel 2016

citazione

"Il debutante fa quelle che può,

il virtuoso fa quello che vuole,

l'artista fa quello che deve."

 

Brigitte Hool

Puccini lo amava

1 idea per l'educazione di domani

“Imparare a cantare a memoria fin dalla tenera età e durante tutta la formazione obbligatoria darà ad ogni essere umano una solida base su cui appoggiarsi per trovare la propria voce (voce!).
Ricordiamo con rispetto (io stesso ho avuto la sfacciataggine di prendere in giro per lungo tempo gli anziani, ritenendo che il progresso li ridicolizzava) dell'università medievale la cui etimologia richiama le mire umanistiche con finalità universalistica: per loro, con serietà e profondità , la musica - insegnata nel
quadrivio, tra le materie scientifiche, e quindi parte delle prime discipline studiate - aveva già fama di sviluppare il cervello, e rispondere alla musica armoniosa che costruisce il cosmo! La padronanza della facoltà d'arte era obbligatoria. Qui è dove c'erano più studenti! Così, il suo superiore divenne anche rettore, capo di tutte le facoltà, a Parigi.
Nella nostra società alla ricerca di beni di consumo che non affaticano i budget, quelli ottenuti da sé nell'arte sono tra i più gratificanti. Per dipingere qualcosa è necessario essersi guardati intorno: si impara naturalmente lo spirito di riverenza. Per cantare intonati occorre trovare equilibrio e coraggio: si impara la diligenza e la gioia. Per scrivere con grazia e non solo intellettualmente, è necessario imparare a purificare: si impara ad astrarre.
Ecco da dove vengo io: a memoria! Non si tratta di fornire un'educazione che soddisfi solo le capacità mentali di un individuo. Parliamo al suo cuore con il nostro cuore per fare di questo essere umano un essere spirituale! Cantare a memoria sviluppa davvero questa capacità: memorizzazione e memorizzazione del miglior sentimento in se stessi.
Che gli insegnanti e gli genitori stiano tranquilli: cantate insieme ai bambini, anche se cantate stonate! Perché chiunque con chi abbia cantato dall infanzia, canterà bene, indipendentemente dalla melodia o dalla scelta delle canzoni. Quando impariamo a creare, impariamo a rispettare il creato. Quando impari a cantare, impari ad amare ciò che è canzone nel mondo.
Dal cuore "all'opera", che significa "al lavoro"!"

Brigitte Hool